Accedi al sito
Serve aiuto?

Volkswagen e-up! (mar 2017)

Da venerdì 24 marzo 2017 la Gendarmeria vaticana dispone di due nuovi mezzi di servizio di produzione Volkswagen.  Nella cornice dei giardini vaticani si è svolta una semplice cerimonia durante la quale Andrea Alessi, direttore della Volkswagen Italia, ha consegnato a mons. Fernando Vergéz Alzaga,  segretario generale del Governatorato vaticano e al gen. Domenico Giani, comandante della Gendarmeria,  due  autovetture “e-up!”.  Si tratta di city-car a propulsione elettrica che saranno destinate al servizio di ordine pubblico e sicurezza in Vaticano.  Le due Volkswagen, prodotte e assemblate nelle officine di Bratislava, sono   state prese in consegna  in Italia  da ben quattro  aziende specializzate, la N.C.T. di Chivasso,  la C.S.M. di Milano, la Artlantis  di  Origgio,  e la Vama di Aosta.  Negli stabilimenti italiani si è proceduto agli allestimenti specifici: la verniciatura con  livrea ufficiale vaticana  e scritte del Corpo di appartenenza, l’ applicazione  dei  dispositivi luminosi e sonori ed il montaggio interno  di supporti telematici, tutto come richiesto dalla normativa vaticana in tema di controllo e vigilanza territoriale. Le due vetture sono state immatricolate con  targhe  SCV 01200  e SCV 01201. La Volkswagen aveva introdotto nei mercati europei nel 2011  il modello  “up!”,  una city-car  con motore tradizionale a benzina mentre  la versione totalmente elettrica, denominata appunto  “e-up!”, fu  presentata al salone di Francoforte nel settembre 2013. La versione “green” attuale risale al 2016, è dotata di motore elettrico di 60 kW che eroga una potenza di 82 CV ed ha un’ autonomia di circa 130 Km.  L’ energia è fornita da una serie di batterie agli ioni di litio aventi una capacità di 18,7 kWh. Con l’arrivo delle due vetture la quota “verde” ad emissioni zero  del parco veicoli della Gendarmeria vaticana  comincia a  diventare consistente: vanno infatti ad aggiungersi ad altri tre mezzi elettrici,  due Smart  “fortwo ED” in servizio dal marzo 2011 (targate SCV 01001 e SCV 01002)  ed una Renault  “Kangoo  Maxi ZE” immatricolata nel settembre 2012 (targata SCV 01065).
A margine possiamo rilevare che  anche presso altri servizi vaticani  è in crescita la quota di veicoli elettrici ad impatto ambientale nullo. Ciò è inserito in un ampio programma  di sviluppo dello Stato nel pieno rispetto ambientale, peraltro fortemente voluto da papa Francesco che nell’ enciclica “Laudato si’”, pubblicata nel giugno 2015, ha molto insistito su queste tematiche.